Discrepanze o abusi edilizi?

7 09 2013

Le sorprese non sono ancora finite! Con un ricorso al TAR pendente (vedi il ricorso) e dopo le firme di oltre 150 cittadini di Magazzino che contestano la devastazione del territorio, per l’amministrazione di Bazzano nulla è cambiato. Parliamo della costruzione del mega-magazzino robotizzato alto 30 m, proposto dall’azienda ILPA e sostenuto dal Comune.

vignetta-condizioni-di-VitaLa vicenda ha inizio con l’accordo pubblico-privato sottoscritto a dicembre 2010 (vedi l’accordo): il Comune si impegna a sostenere il progetto, invece ILPA versa nelle casse comunali 600.000 euro, somma necessaria a far rientrare il bilancio 2010 nel “patto di stabilità”, come ammesso pubblicamente da più Consiglieri (vedi sul verbale della delibera di consiglio le dichiarazioni di Finelli e Corti).

Mentre il mega-magazzino attende le autorizzazioni, oggi accadono altri fatti: il Comune di Bazzano riceve un esposto che ipotizza un abuso edilizio commesso da ILPA. L’ufficio Tecnico, tenuto a verificare l’esposto, esegue un sopralluogo di accertamento che conferma l’illecito segnalato e rileva complessivamente 29 abusi edilizi, commessi tra il 2001 ed oggi!

Di conseguenza, il 20 agosto l’Ufficio emette l’ordinanza n. 87 di “ripristino dello stato dei luoghi” e la demolizione di tutte le opere abusive riscontrate (vedi l’ordinanza). Il 3 settembre, sul sito del Comune l’amministrazione commenta l’accaduto con un comunicato stampa (vedi il comunicato) che minimizza i fatti e nel contempo riconferma la fiducia nell’azienda e la piena disponibilità a procedere con l’attuazione dell’accordo sancito nel 2010.

Nonostante i tanti abusi edilizi conclamati, l’Amministrazione non mostra nessun ripensamento e nessuna cautela sulla vicenda, mantenendo un incomprensibile ruolo di “sponsor” per un espansione industriale che, a nostro parere, non è ambientalmente sostenibile. In onore alla trasparenza, il comunicato non cita i 29 abusi edilizi accertati ma si limita a precisare che il sopralluogo “ha rilevato delle discrepanze tra lo stato autorizzato e lo stato di fatto”.

Peccato, perchè l’abuso edilizio è un reato penale, mentre altra cosa è una “discrepanza”! Sicuramente, c’è una discrepanza di vedute, quella tra noi e l’amministrazione, sul modo di tutelare il territorio e di “pesare” il rispetto della legalità!

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: