Petizione di dimissioni

9 02 2013

Parte oggi (dalle 16:00 in Piazza a Bazzano) la raccolta firme per la petizione che chiede le dimissioni del Sindaco di Bazzano e dei Consiglieri che dopo il referendum hanno approvato la prosecuzione dell’iter di fusione.

La petizione (qui il testo) può essere firmata solo dai residenti a Bazzano.

PETIZIONE

AL SINDACO DEL COMUNE DI BAZZANO

 (ai sensi dell’art. 24 dello Statuto Comunale)

 PER LE DIMISSIONI DEL SINDACO E DEI CONSIGLIERI CHE DOPO IL REFERENDUM HANNO APPROVATO LA PROSECUZIONE DELL’ITER DI FUSIONE

 CON LA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 82 DEL 27 DICEMBRE 2012

Egr. Sindaco,

presentiamo questa petizione con il massimo rispetto per l’istituzione che Lei rappresenta, come cittadini liberi da condizionamenti partitici e senza alcuna finalità politica se non la rivendicazione del principio di sovranità popolare garantito dall’art.1 della Costituzione della Repubblica Italiana. Riteniamo che tale principio, dopo l’esito referendario del 25 novembre, sia stato “tradito” e con esso il mandato di rappresentanza che i cittadini Le avevano assegnato con le amministrative del 2009.  Le ragioni della nostra richiesta sono le seguenti:

– considerato che il risultato referendario del 25 novembre, con il 58.5% dei voti contrari alla fusione, ha democraticamente indicato che la comunità di Bazzano non vuole aderire al Comune unico;

– considerato che per Statuto (art. 10) il consiglio comunale, presieduto dal Sindaco, ha il compito di “rappresentare l’intera comunità, alla quale costantemente risponde”;

– considerato che il nostro Comune è ente autonomo ed è ancora titolare dell’autonomia e dei poteri di amministrazione garantiti dalla Costituzione (art. 114 e 118), dopo l’esito referendario avrebbe potuto ritirarsi dal processo di fusione;

– preso atto con rammarico che il Sindaco ed una maggioranza di Consiglieri, con la delibera n. 82 del 27/12/2012, hanno chiesto alla Regione di proseguire il processo di fusione, in questo modo hanno consapevolmente tradito la sovranità popolare della comunità bazzanese;

– tenuto conto che il Consiglio regionale, con la seduta del 5 febbraio 2013, ha poi approvato la legge di fusione dei Comuni della Valle del Samoggia

 CHIEDIAMO

Le dimissioni del Sindaco e dei Consiglieri responsabili del mancato rispetto della sovranità popolare della comunità bazzanese.

 I cittadini di Bazzano