Rivedersi alla Fiaccolata

29 09 2009

Abbiamo raccolto un po’ di foto e le abbiamo messe qui:

chi c’era si potrà rivedere, chi non c’era si renderà conto di quanti eravamo.

fiacc

Aggiungo anche un commento inviato via mail da Doriano:

“Credo che da anni a Bazzano non si vedeva una cosa di questo genere!
Partecipo da tanti anni a varie manifestazioni e in pochi casi riesco ad emozionarmi,ma ieri sera lo ero davvero.
Sono rimasto  sorpreso dalla risposta dei cittadini di Bazzano,segno che voi del comitato siete riusciti a coinvolgere le persone,a renderle partecipi del loro futuro,a risvegliarli da un torpore che durava da parecchi anni.
Siete veramente in gamba,state facendo un lavoro preziosissimo e personalmente non posso che ringraziarvi e sostenervi nelle prossime iniziative.
Ciao a tutti, Doriano”





Autofinanziamenti & autorilevamenti

28 09 2009

Spulciando nel web, trovo questa notizia: a Tarquinia (VT) un comitato di cittadini sta organizzando una lotteria per finanziare in maniera autonoma il monitoraggio dell’aria. Il loro problema è una centrale a carbone e sono giustamente preoccupati delle ricadute in termini ambientali. Ora, lasciando perdere tutti i commenti sull’utilità e sull’impatto ambientale di una centrale termoelettrica a carbone, perchè i nostri “colleghi” di Tarquinia devono organizzare una lotteria? Perchè le centraline di rilevamento dell’Osservatorio Ambientale non vanno e perchè ARPA Lazio non effettua controlli in misura adeguata, quindi, se i cittadini di Tarquinia vogliono sapere se la loro aria è pericolosa, si devono arrangiare. Ovviamente, amministrazioni e ENEL dicono che non c’è problema. E questo, amministrazioni attuali a parte, rende gli abitanti di Tarquinia molto vicini a noi.

L’aria è meglio controllarsela da soli: con l’autunno il Comitato inizierà a fare rilevamenti che presenteremo su questo blog. Non vorrei apparire pessimista, ma non credo che vi daremo buone notizie su questo argomento.





La Provincia sia con te!

25 09 2009

Il Comitato Bazzanese apprende con piacere che la provincia di Bologna si schiera con i cittadini e con i Comuni che si sono opposti all’impianto di asfalto. Dopo queste dichiarazioni ci attendiamo dunque un aiuto concreto, ad esempio la richiesta di convocazione di una Conferenza dei Servizi a livello regionale, o qualcosa di simile. Infatti, a nostro parere, il problema di quell’impianto, sino ad oggi non è stato affrontato nelle giuste prospettive dalla Conferenza dei Servizi in Provincia di Modena, e a sentir “loro” il capitolo sembra chiuso. Eppure non dimentichiamoci che i fumi possono sì essere convogliati e filtrati con sistemi di abbattimento, ma l’efficacia di tali provvedimenti dipende da quale investimento la ditta è disposta (sarebbe meglio fosse obbligata) a sostenere. Perdonerete la diffidenza, ma sino ad oggi l’atteggiamento dell’azienda non sembra particolarmente “impregnato” di sensibilità ambientale e coscienza civile nei confronti della salute della popolazione. In compenso, mostra una spiccata sensibilità agli affari! Inoltre, passateci l’osservazione, la verifica dell’efficacia dei sistemi di abbattimento dipende dai controlli che vengono messi in campo, ed ARPA, per sua ammissione, non ha le risorse per eseguirli in maniera efficiente e continuativa. Infine, rimane un grave problema, nemmeno sfiorato dalla Provincia di Modena, nonostante le segnalazioni: le falde acquifere in determinate stagioni piovose risalgono a sino a 15 metri di profondità, fino a lambire il piazzale di lavorazione dell’impianto. Nelle stagioni in cui la falda non risale, piogge ingenti, tipiche degli acquazzoni estivi, potrebbero comunque portarsi in falda tutto l’inquinamento nocivo di quel piazzale, venendo a mancare il filtro naturale realizzato dal terreno, oggi divorato dalla cava. Insomma, chi pagherà se un domani dall’acquedotto di Bazzano dovesse uscire solamente acqua non potabile? Chi rifonderà la salute dei cittadini, compromessa da una politica scellerata, condizionata da conflitti d’interesse fondati sulla mercificazione del territorio? God save the Queen! Che tradotto in italiano potrebbe diventare … “qualcuno metta gli occhiali alla politica!”

InformazioneBO-Bitume_Burgin-20090925





Un ricorso ben TARato

24 09 2009

Cosa sia il TAR in senso giuridico, si sa. Cosa buffa, in inglese “tar” significa “catrame”: buono o cattivo auspicio?

Buono, speriamo, visto che abbiamo presentato al TAR un ricorso contro la Provincia di Modena, ARPA, Comune di Savignano e Ditta Calcestruzzi Vignola, con il quale si chiede l’annullamento degli atti autorizzatori dell’impianto, per diversi motivi, che possiamo così riassumere:
– non rispetto della normativa sulle emissioni (D.L. 152/2006), per diverse carenze sugli inquinanti (IPA e silice cristallina, convogliamento emissioni)
– non rispetto delle regole urbanistiche vigenti (la cava non poteva essere approfondita a -15 m, secondo il Piano Estrattivo vigente)
– non rispetto della normativa sullo stoccaggio oli minerali e bitumi (costruzione dell’impianto prima dell’atto autorizzatorio, ovvero, abuso edilizio).

Forse non tutti sanno che un ricorso al TAR costa sugli 8000 euro e per questo stiamo organizzando una raccolta fondi “pro RICORSO-TAR”.

Abbiamo bisogno della stessa solidarietà e dello stesso impegno che avete espresso la sera della fiaccolata: aiutateci, stiamo lavorando per tutti noi.





Ve lo danno loro il bitume!

24 09 2009

Giusto perchè sia chiaro da chi è partita l’autorizzazione a catramare i polmoni degli abitanti della zona, eccovi il Comunicato Stampa della provincia di Modena: enjoy!





Conferenza dei Servizi: autorizzazione all’inquinamento!

23 09 2009

Lunedì 21 si è finalmente conclusa la Conferenza dei Servizi alla Provincia di Modena, con l’autorizzazione a far partire l’impianto di bitumazione, previe alcune “migliorie” che dovrebbero limitare i danni. Secondo l’Assessore Provinciale Vaccari (leggi qui) dalla conferenza “esce un progetto certamente migliore dal punto di vista ambientale. Oltre all’innalzamento del camino che riduce l’impatto delle emissioni, abbiamo inasprito tutta una serie di prescrizioni, già presenti nella precedente autorizzazione, introdotto nuovi obblighi anche di carattere gestionale e ulteriori controlli che assicurano sulla sostenibilità ambientale dell’impianto”.

Parlare di “sostenibilità” di un impianto di produzione di catrame è quanto meno ardito, considerando che il concetto di sostenibilità prevede che le attività del presente non impattino negativamente sulle generazioni future (già abbondantemente provate dall’essere nate e vissute in una zona ambientalmente spremuta e sovrainquinata), ma siamo sicuri che Arpa vigilerà e campionerà e controllerà, in modo che sapremo esattamente quali schifezza ci toccherà respirare.

L’unico voto contrario alla messa in funzione dell’impianto è stato del Sindaco di Savignano, Germano Caroli, al quale va la stima del nostro Comitato. Il Sindaco di Bazzano, Elio Rigillo, non aveva diritto al voto, ma siamo sicuri che si sarebbe espresso a favore dei cittadini. Ed anche ad Elio va la nostra stima, dal momento che ha dimostrato e dimostra tuttora un grande interesse nei confronti delle rivendicazioni del comitato.

E adesso? Lo diciamo chiaro e tondo: non ci fermiamo, non ci arrendiamo. Ci sembra che la decisione presa dalla Conferenza dei Servizi sia del tutto discutibile e sia stata presa, ancora una volta, senza considerare l’opinione dei cittadini e quella di un panel di esperti che hanno documentato la nocività dell’impianto.

Stiamo preparando un ricorso al TAR e lo ripetiamo: non ci fermiamo, non ci arrendiamo!

Se avete a cuore la faccenda, aderite al comitato, contribuite a questa causa, difendete i vostri diritti e la vostra salute.





Il 24 tutti a Piumazzo!

21 09 2009

Cosa credevate, che con la fiaccolata si fermasse la protesta? Macchè, si continua!! Venite a Piumazzo, venite in tanti, partecipate!!

Scarica il volantino della serata!





Rassegna stampa: l’Informazione

21 09 2009

Informazione05sett09-InterrogazioneGuerra

Informazione09sett09-Fiaccolata

Informazione10sett09-ProvinciaImpiantoMigliorabile





Rassegna stampa: il Resto del Carlino

21 09 2009

Carlino03sett09-Italcementi

Carlino05sett09-Fiaccolata

Carlino09sett09-Fiaccolata

Carlino06Sett09-DomaniCorteo-SindaciViciniAiCittadini

Carlino10sett09-CaroliChiedeSceltePoliticheAllaProvincia

Carlino11sett09-GuerraBitumeInRegione





Rassegna stampa: gazzetta di Modena

21 09 2009

Iniziamo qui una vasta rassegna stampa sulle attività dei comitati! Cominiciamo dalla Gazzetta di Modena. Cliccate sulle immagini per leggere

Gazzetta03sett09-NoBitumeGazzetta05sett09-MaggioranzaProFiaccolata

Gazzetta07sett09-NoCAVE-Fiaccolata

Gazzetta08sett09-Fiaccolata

Gazzetta09sett09-ProvinciaSuBitume

Gazzetta10sett09-ProvinciaNonSiPronunciaSuSpostamento

Gazzetta11sett09-GuerraInterrogazione

Gazzetta12sett09-CaroliProvinciaPrendaPosizione

Gazzetta14sett09-VaccariCaminoPiuAlto





Conferenza dei Servizi ancora rinviata

15 09 2009

Ieri c’è stata la Conferenza dei Servizi per decidere in merito al noto impianto di bitumazione. Ancora una volta, non vi è stata una conclusione, nonostante le previsioni di Stefano Vaccari, assessore all’Ambiente della Provincia di Modena.

Il fatto che i giochi siano ancora aperti è ottima cosa, come sostiene anche Luca Ghelfi, Consigliere Provinciale del PdL
E’ stata presentata la proposta di alzare di 11 m il camino e di eseguire un piano di monitoraggio ambientale di un mese, prima dell’entrata in funzione dell’impianto. I comuni hanno chiesto e ottenuto una settimana di tempo per valutare le proposte, quindi ci sarà un nuovo incontro il prossimo lunedi.

Dieci giorni fa è stato inoltrato un esposto agli enti interessati, sul tema “protezione delle acque superficiali e sotterranee”, al quale la Provincia non ha ancora risposto. Questo è un ulteriore paletto che dovrebbe essere discusso prima che l’impianto possa partire.

Più passa il tempo e più aumentano le possibilità che la situazione possa girare a favore dei cittadini e della loro salute.





Altro video!

12 09 2009

Dal sito di Civicamente Bazzano!

Fiaccolata 7 Settembre 2009 from Civicamente Bazzano on Vimeo.





TG3: il servizio sulla fiaccolata

10 09 2009

clicca e vedi





Commenti sulla fiaccolata #2

10 09 2009

Arriva anche il Resto del Carlino





Commenti sulla fiaccolata

8 09 2009

Vi segnalo un resoconto della serata pubblicato da Luca Grasselli sul blog Pentagras e il servizio di TeleSanterno.

Credo che non saranno i soli 😀





Le nostre fiaccole contro i vostri fumi

8 09 2009

Ieri sera si è tenuta la nostra fiaccolata di protesta contro l’impianto di bitumazione. Abbiamo visto la piazza riempirsi di gente, di ogni età, e tante famiglie al completo, in un’atmosfera di festa, nella quale si percepiva il desiderio della gente di partecipare insieme. Le nostre magliette rosse con lo slogan “Non rompeteci i polmoni” si sono moltiplicate. Abbiamo issato i cartelli e un corteo composto e dignitoso si è mosso, illuminato da tante candele, accese per dire un civilissimo “No” all’incivile decisione delle Amministrazioni di far sorgere un impianto pericoloso all’interno di un paese mettendo a rischio la salute di una larga fetta di popolazione. Abbiamo raggiunto Magazzino e ci siamo uniti ai partecipanti degli altri Comitati davanti all’impianto, sfilando verso la piazza del paese, che è stata pacificamente invasa da circa 2000 persone. I presidenti e i portavoce dei comitati hanno tenuto un discorso per spiegare in maneira dettagliata le ragionidella protesta. Alla fine, compostamente come si era formata, la riunione è stata sciolta.

Abbiamo lavorato molto per organizzare questo evento e siamo stati ricompensati. Abbiamo creduto molto in questa inizativa e siamo stati capiti.

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato, grazie di cuore!





FIACCOLATA: E’ STASERA

7 09 2009

Tante volte hai detto che così non si può andare avanti, che bisogna fare qualcosa.
Questa sera hai davvero la possibilità di farlo.
Fai sentire anche la tua voce, fai capire alle Amministrazioni che la salute dei cittadini non va sottovalutata e che la gente ha il diritto e il dovere di esprimere il proprio dissenso nei confronti di scelte che privilegiano l’interesse dei privati a discapito della comunità.

Alle 20,30 in Piazza a Bazzano o
alle 21 a Magazzino, davanti all’impianto di bitume.

Tutti insieme.





I Verdi interrogano: chi risponde?

5 09 2009

Segnalo questo articolo; buona lettura!